Off Topic...ma neanche tanto. Quali sono le vostre reazioni alla messa al bando di Huawei?


#1

Scusate, non la voglio buttare in politica…anche se sarebbe la settimana giusta :laughing::laughing::laughing::laughing: però mi farebbe piacere conoscere l’opinione di chiunque in questo gruppo sulla situazione Huawei. Non parlo chiaramente solo di Google, ma sicuramente la fine della collaborazione colpisce chiunque.
Devo dire che come situazione porta già con sé conseguenze epocali, comunque finisca.


#2

Credo che Google farà marcia indietro, altrimenti rischia di creare un pericoloso competitor nel settore dei sistemi operativi mobili. Non dimentichiamoci che anche Samsung ha pronto un S.O. alternativo e che se a Huawei si uniscono gli altri produttori cinesi una buona fetta di mercato se ne va.


#3

… e nel caso nasca questo nuovo S.O., Flutter si adeguerà o no?


#4

Anch’io credo alla marcia indietro, si deve però capire cosa vorrà dire…sarà totale? Saranno riscritte le regole dell’universo dei S.O. per mobile? Ancora presto per dire se questo è un punto di non ritorno, ma non credo che sia esagerato dire che lo potrebbe essere. A me onestamente mi ha scosso che questo possa capitare in un “libero mercato”. Sono un po’ più scettico sui nuovi sistemi operativi. E se dovesse succedere veramente sarebbe una spaccatura del mondo. Sembrerò drammatico con i toni, ma ciò che è successo va inquadrato anche rispetto al livello in cui è successo.


#5

Ciao @aldo_cammara !
Probabilmente non avremo mai conferma dei reali motivi che han causato ciò. Tuttavia, personalmente credo che sia tutta una politica atta al fine di sbaragliar la concorrenza nel settore delle telecomunicazioni. Huawei dopotutto è leader in questo settore, indipendentemente che produca smartphone o meno. Questo bando credo che comporti conseguenze davvero epocali se si diffondesse oltreoceano… Già Intel, Qualcomm, Google e così via han ruotato le spalle a Huawei, volente o nolente… Se ciò arrivasse anche in UK con ARM, Huawei subirebbe una batosta colossale venendo privata di chip cortex. Occorrà veder come si comporterà il mondo in conseguenza di ciò, senza dubbio, tanto cambierà ma tutto può ancora succedere! Sono stati accusati di spionaggio nazionale, per carità, Huawei potrebbe anche avere tutti gli strumenti necessari atti a farlo, tuttavia, andrebbe verificato che ciò sia accaduto realmente o sia solo un sequel della politica protezionistica con economia chiusa di Trump… Gli Stati Uniti sono comunque una potenza, decisioni del genere potrebbero condizionare la scelta anche europea ed oltre…

Come detto da @Francesco , molti colossi asiatici hanno già dei sistemi operativi proprietari in serbo o in progetto. Tuttavia, non tutti i sistemi riescono a fiorire anche per mancanza di marketing ed utenza. Qualche tempo fa, forse due anni addietro ho flashato in dual boot android\Firefox OS\ che sotto alcuni aspetti era davvero intrigante! Oppure anche Ubuntu, Windows Phone e tanti altri… Bisognerà vedere se ci sarà marketing, se le idee saranno valide, se ciò potrà catturare l’interesse degli sviluppatori sopratutto!

Flutter -chiedo venia in caso di errore- dovrebbe essere OpenSource per cui usabile nelle versioni AOSP di Android (versione pura priva di alcun servizio Google). Tuttavia, anche google con Fucsia ha tutto da ribaltare…


#6

Proprio ciò che hai detto sui S.O. genera in me perplessità sulla capacità di sostituzione o di diversificazione reale. Detto questo, il convitato di pietra qui è il 5G. E in questo caso è anche difficile dare torto all’amministrazione americana e a chiunque altro abbia paura di una egemonia in questo campo, sopratutto se l’egemonia si sviluppa in casa tua. è il quantum leap dell’ infrastruttura per internet e tutti gli universi paralleli.


#7

Stamattina sentivo che anche Panasonic ha deciso di tagliare i ponti con Huawei. Da un lato sono preoccupata per la piega che potrebbe prendere il tutto, dall’altro credo che questo chiudersi a riccio, ognuno per sé, non convenga a nessuno. Bisogna capire le vere motivazioni che portano a certe decisioni. Sicuramente dubito che Trump così risollevi il mercato nazionale. Il problema è che potrebbe creare problemi a noi utenti e sviluppatori tutto questo.


#8

I problemi prevalenti riguarderanno l’utente finale. Huawei divenuta colosso e sotto alcuni aspetti ‘affedabilità’ sopratutto per quanto riguarda il mercato mobile, è divenuta quasi una prassi per l’utilizzatore medio ritrovarsi all’interno determinati servizi. L’utente medio è monotono e legato spesso a determinati servizi e ostile al cambiamento. Un Huawei senza gApps lo vedo non appetibile come d’altronde è risultato Windows Phone venendo privato delle gApps. Tuttavia questo cambiamento avrà un impatto decisivo per quanto riguarda il mercato Americano ed Europeo! Nel mercato Cinese ed Asiatico esistono alternative strausate, come la suite di App e store di Baidu.

Per gli sviluppatori il problema è se vengono usati determinati servizi all’interno delle proprie App. Un esempio banale e ‘a vista’ , Play Games per quasi tutti i giochi pubblicati sul PlayStore


#9

E’ ovviamente una mossa di mercato per “mettere i bastoni tra le ruote” a un’azienda cinese che comunque sta guadagnando molto e non solo in termini economici, rispetto ad altre.
Io ho Huawei da anni e mi sono trovata più che bene, certo senza le app di Google sarà un vero problema, ma conviene alla big G togliersi da un mercato così ampio?
E anche intel, che sta avendo problemi su altri fronti, ha questa convenienza?
già hanno posticipato le decisioni definitive a dopo l’estate.


#10

Forse la scappatoia sarà cambiar sede legale al di fuori degli Stati Uniti ma non credo che sia così facile uscirne.

Volente o nolente, Intel, Google, Qualcomm etc… devono sottostare alle volontà di Trump.


#11

Io l’ho detto si dalla sua campagna elettorale che se vinceva avremmo avuto guai.
I fatti confermano ahimè


#12

No, in questo caso, come hai intuito…non si tratta di niente di così facile come un cambio di sede legale


#13

Il Mercato c’entra sempre…ma non è solo quello di oggi, è quello futuro. La differenza è che la poltica è entrata a gamba tesa su queste decisioni. Ma in gioco c’è molto di più del mercato mobile, il 5G cambiera tutti gli scenari e Trump non vuole lasciare un centimetro alla Cina.


#14

Gli Stati Uniti comunque non sono al passo e fin quando la Cina e altri Paesi di estremo oriente fungevano da manovalanza o fornitura di tecnologia andava bene.
Non difendo la Cina o Huawei, ma il libero mercato è questo.
Chiudersi a riccio si poteva fare fino a 50- 60 anni fa (ed era comunque tardi), ora non è una cosa fattibile. È anacronistico e controproducente


#15

Senz dubbio controproducente. Ma sembra che il mondo multipolare sia una realtà ormai e la cooperazione non va di moda… :slight_smile:


#16

Io vedo più complicata la questione dei processori, perchè è anche una questione di brevetti ed ottimizzazioni hardware/software.
Comuqnue secondo me creeranno un OS come quello di Amazon, useranno la parte Open Source come base e sopra creeranno il loro ecosistema.
Come diceva un ragazzo che lavora in Huawei, considerato che in Cina non esistono i servizi Google, eppure, è la prima casa venditrice di smartphone.


#17

Per l’appunto, la mancata ottimizzazione hardware/software Google/Huawei è un danno di dimensioni globali non solo per i numeri. La storia di software ad hoc non racconta di grandi numeri, anche se i vari OS che si sono succeduti avevano sempre qualcosa d’interessante e un loro perché.